Vibrazioni ... Quasi un'introduzione

Mi è sempre piaciuto pensare a Dio come ad una vibrazione, una vibrazione che pervade ogni cellula degli organismi viventi, una vibrazione che “assiste”, sorregge e fa sì che la mera materia sia vita. Questa realtà diventa manifesta nella gioia, nel dolore, persino nella disperazione … Ed è là che Dio “traspare” – o se il termine “Dio” non vi piace potete parlare di Universo o di “Senso delle Cose”: la realtà non cambia – e quando la sofferenza si affaccia alla nostra vita, così come quando si affaccia la gioia, quella voce-vibrazione si fa udibile in qualche angolo recondito del nostro essere e la speranza ricomincia, fosse solo quella speranza che può essere pensata oltre la morte … Ho visto la vibrazione anche negli occhi di un cane che stava morendo in un fosso, al freddo, mentre io gli tenevo la zampa. Oggi ne sono certo: Dio ha parlato anche a lui, nell’ultimo istante lo ha consolato, perché Dio conosce anche il linguaggio dei cani … E dalla porta dell’Al di Là ho visto arrivare altre bestiole scodinzolanti: venivano ad accogliere quella povera creatura … Thomas Merton, il grande scrittore cattolico la cui vita è stata una continua ricerca di Dio e del senso dell'esistenza, conclude la sua autobiografia, con la frase: "Sit finis libri, sed non finis quaerendi" - E noi facciamo eco: “Sit finis vitae, sed non finis sperandi ”.

Scrivi un nuovo commento: (Clicca qui)

123homepage.it
Caratteri rimanenti: 160
OK Sta inviando...
Vedi tutti i commenti

Commenti più recenti

16.08 | 23:15
Merton secondo me ha ricevuto 2
16.08 | 23:15
Breve nota ha ricevuto 3
28.07 | 21:59
Merton e il silenzio ha ricevuto 2
21.07 | 21:16
- C O N T A T T I - ha ricevuto 1
A te piace questa pagina